Cos’è la terapia a Laser freddo?

La terapia a Laser freddo è anche nota come Terapia Laser a basso livello (LLLT), Terapia Laser a bassa potenza (LPLT), Biostimolazione laser morbida e Fotobiomodulazione. Può fornire fotoni di luce non termici, al corpo, per aiutare a guarire cellule ferite. Generalmente, i laser chirurgici usati per distruggere i tumori tendono a riscaldare il tessuto. La terapia a Laser “freddo” si chiama così perché i bassi livelli di potenza della luce non sono in grado di riscaldare il tessuto del corpo.

Oggi la terapia a Laser freddo è considerata uno dei trattamenti più popolari, naturali e non invasivi, senza effetti collaterali. La terapia a Laser freddo è molto sicura e di solito viene utilizzata come terapia complementare o alternativa per aumentare l’efficienza della fisioterapia tradizionale e dei trattamenti convenzionali.

Come funziona la terapia a Laser freddo?

La terapia a Laser freddo impiega la luce con una lunghezza d’onda nella regione dello spettro che va dal rosso all’infrarosso vicino (NIR). Queste lunghezze d’onda hanno la capacità di penetrare nella pelle e nei tessuti molli o duri.

La terapia a Laser freddo agisce attraverso un effetto fotochimico. Questo processo può essere paragonato alla fotosintesi nelle piante: la luce solare viene assorbita dalla clorofilla all’interno delle cellule vegetali, che viene quindi convertita in energia utilizzabile in modo che la pianta possa crescere.

Per fare in modo che la luce rossa, o l’infrarosso vicino, abbia un effetto su un sistema biologico, i fotoni devono essere assorbiti da bande di assorbimento elettronico appartenenti ad un accettore di fotoni o cromofori. Simile alla clorofilla all’interno delle cellule vegetali, il citocromo c ossidasi (COX) è stato proposto per essere il fotoaccettore principale per la gamma di lunghezze d’onda rosso-NIR nelle cellule di mammiferi.

I mitocondri, dove avviene il metabolismo, sono “le fabbriche di energia cellulare” nelle nostre cellule. Possono convertire molecole alimentari e ossigeno in energia (detta anche ATP) mediante fosforilazione ossidativa. Quando le cellule all’interno dei tessuti sono danneggiate a causa di malattie e lesioni, i mitocondri producono ossido nitrico dannoso. L’ossido nitrico si legherà con la COX, quindi rimuoverà l’ossigeno necessario dalle cellule. La perdita di ossigeno provoca infiammazione o morte cellulare. Quando i tessuti assorbono la luce dalla terapia a Laser freddo, l’ossido nitrico viene dissociato dalla COX. Questo darà più ossigeno alle cellule aumentando l’ossigenazione dei tessuti. Tramite questo meccanismo, il metabolismo cellulare e la funzione dei mitocondri, vengono ripristinati. In altre parole, questo meccanismo può aiutare l’uomo e gli animali a riparare le cellule ferite e a ripristinare le condizioni di salute.

I benefici della terapia a Laser freddo

Secondo numerosi studi clinici, la terapia a Laser freddo può stimolare il metabolismo cellulare, migliorare la circolazione sanguigna, ridurre l’infiammazione, alleviare il dolore e accelerare la riparazione dei tessuti. Può essere utile sia per l’uomo che per gli animali domestici.
Alcune delle condizioni che possono essere generalmente trattate con la terapia a Laser freddo includono:

  • Distorsioni dei legamenti, stiramenti muscolari
  • Tendinite, borsite, artrite, artrite reumatoide, spalla congelata
  • Dolore al collo, dolore lombare, dolore al ginocchio, sciatica
  • Gomito del tennista, fibromialgia, sindrome del tunnel carpale
  • Acne e Cicatrici da acne, psoriasi, vitiligine, dermatite ed eruzioni cutanee
  • Guarigione delle ferite, ulcerazioni, ustioni, edema
  • Malattie autoimmuni croniche

Inoltre, gli agopuntori usano spesso la terapia a Laser freddo per i clienti che si sentono a disagio con gli aghi. I raggi laser di basso livello possono stimolare gli agopunti senza perforare la pelle.

Storia della terapia a Laser freddo

La terapia a Laser freddo è stata utilizzata nelle pratiche cliniche in tutto il mondo per diversi decenni. Nel 1903, il Dr. Nils Finsen ricevette un premio Nobel per il suo contributo al trattamento delle malattie, in particolare del lupus vulgaris, con radiazioni luminose concentrate. Nel 1916, Albert Einstein concepì la teoria dell’amplificazione della luce attraverso l’emissione stimolata di radiazioni o Laser. Nel 1960, il professor Maiman TH costruì il primo Laser rosso rubino, funzionante.

Nel 1967, il professor Andre Mester iniziò a utilizzare i Laser a bassa potenza in medicina. Il Dr. Mester è riconosciuto da molti come il padre delle terapie Laser. Ha eseguito test sui topi per determinare se l’esposizione alla luce Laser poteva causare il cancro o meno. Negli esperimenti, ha rasato i peli dalla parte posteriore dei topi e ha diviso i soggetti in due gruppi. Ha esposto un gruppo al trattamento Laser usando un dispositivo a bassa potenza mentre il gruppo di controllo non ha ricevuto alcuna terapia Laser. I topi che hanno ricevuto la terapia Laser hanno avuto una ricrescita dei peli molto più veloce rispetto al gruppo di controllo. Così, è stata scoperta la foto-biostimolazione (attivazione delle cellule mediante luce).

Riconoscimento FDA della terapia a Laser freddo

La Food and Drug Administration (FDA) riconosce quattro classi principali di laser (da I a IV), tra cui tre sottoclassi (IIa, IIIa e IIIb). Più alta è la classe, più potente è il laser.

Tre categorie sono classificate come Laser medicali, dalla FDA. Si tratta di Laser non chirurgici di classe 3A, Laser di basso livello di classe 3B e Laser chirurgici di classe 4.

I Laser chirurgici di classe 4 vengono utilizzati per tagliare, coagulare e vaporizzare i tessuti. Questo tipo è diverso dai Laser di Classe 3A e Classe 3B, che sono forme non chirurgiche, indolori, non brucianti e non taglienti. La Classe 3A o Classe 3B che appartengono ai Laser a basso livello e non hanno una intensità tale da danneggiare le cellule. I Laser di classe 3A aiutano a guarire le ferite e problemi di superficie, e in genere non penetrano sotto la superficie della pelle. Tuttavia, i Laser di basso livello di Classe 3B hanno la capacità di penetrare e aiutare nel processo di guarigione dei tessuti profondi e dei problemi articolari.

La prima autorizzazione FDA sperimentale dei Laser di classe 3B, è avvenuta nel febbraio del 2002, dopo uno studio di successo per la sindrome del tunnel carpale sui lavoratori della General Motors.

I dispositivi a Laser freddo sono approvati dalla FDA anche per il sollievo delle seguenti condizioni:

  • Dolori muscolari e articolari
  • Rigidità associata all’artrite
  • Dolore associato a spasmi muscolari
  • Dolore alla mano e dolore al polso associati alla sindrome del tunnel carpale
  • Dolore al collo
  • Mal di schiena lombare
  • Guarigione delle ferite

Studi recenti sulle terapie a Laser freddo

2017 – Low Level Laser improves survival of head and neck cancer patients.
2017 – American College of Physicians Guidelines include a “strong recommendation” for Cold Laser Therapy as a non-invasive Treatments for Acute, Subacute & Chronic Low Back Pain.
2016 – Cold Laser Therapy for chronic non-specific low back pain: a systematic review and meta-analysis of randomised controlled trials found “moderate quality of evidence” and “clinically important benefits” in the short term.
2011 – British Medical Journal (BMJ) Clinical Guidelines for tennis elbow “Likely to be beneficial for short-term pain relief & improvement of function”.
2010 – The International Association for the Study of Pain (Global Task Force on musculoskeletal pain) recommend laser for myofascial pain syndrome.
2010 – British Journal of Sports Medicine, systematic review of surgical and conservative interventions for frozen shoulder found “strong evidence” for Cold Laser Therapy.
2010 – American Physical Therapy Association guidelines recommend Cold Laser Therapy for Achilles tendonitis.
2009 – The Lancet “Cold Laser Therapy reduces pain immediately after treatment in acute neck pain and for up to 22 weeks in patients with chronic neck pain”.
2008 – World Health Organisation (Bone and Joint Task Force) recommended Cold Laser Therapy for neck pain.

La terapia a Laser freddo, fa per te?

Sebbene la terapia a Laser freddo sia abbastanza sicura e salutare, in alcuni casi non è raccomandata.

La terapia a Laser freddo non deve essere utilizzata su carcinomi o lesioni cancerose. Dovrebbe essere anche evitata sulla tiroide o sugli occhi. Da alcune ricerche condotte in questo settore, la terapia a Laser freddo non ha dimostrato di essere sicura per i bambini non ancora nati. Quindi, non è opportuno che le donne in gravidanza utilizzino questo tipo di trattamento.

Continua per saperne di più sui dispositivi a Laser freddo